Notizie

ConsulenTia 2020, Excellence Consulting presenta la sua ricerca sul “futuro delle reti”

Pubblicato il 25 Gennaio 2020 alle 11:39

Excellence Consulting è sull’edizione di Milano Finanza del 25 gennaio con l’articolo che annuncia la partecipazione della nostra azienda a ConsulenTia20.

Oltre 2 mila iscritti si preparano a partecipare alla settima edizione di ConsulenTia, che si svolgerà come di consueto all’Auditorium Parco della Musica di Roma, dal 4 al 6 febbraio 2020, a cui ci si può ancora iscrivere online per qualche giorno.

Il più grande appuntamento dei consulenti finanziari, descrizione che rappresenta anche il nuovo pay off della manifestazione, sta per cominciare. “Non vediamo l’ora di dare il via ai lavori di questa nuova edizione, che abbiamo costruito ancora una volta intorno alla figura del consulente finanziario, con l’obiettivo di rispondere a esigenze di aggiornamento, confronto e riflessione”, ha anticipato il direttore generale Anasf Germana Martano. Le parole chiave di questa nuova edizione saranno tecnologia, sostenibilità, lavoro e giovani. Parole che si ritrovano chiaramente nel programma della tre giorni, a cominciare dall’appuntamento di “Un’ora con…”, che quest’anno vedrà protagonisti Marco Bentivogli, segretario generale della Federazione Italiana Metalmeccanici Cisl, ed Enrico Giovannini, economista, portavoce dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS). Se il primo ha previsto un intervento che vuole fare il punto sui concetti di automazione e robotica, che rappresentano la nuova frontiera della produttività nell’industria del futuro e che risultano funzionali alla crescita di lungo termine, anche in chiave di aumento dell’occupazione, il secondo sosterrà che la sostenibilità non va considerata solo come una questione ambientale, perché così facendo non si colgono i rischi di instabilità sociale ed economica, acuita dalla rivoluzione tecnologica dell’automazione, che impatta sul lavoro e sulla coesione del tessuto sociale.

Anche i risparmiatori dovrebbero quindi consapevolmente tenerne conto, quando si trasformano in investitori. I capitali umano, tecnologico, ambientale ed economico rappresentano quindi gli aspetti del mondo del lavoro che ci attende e la platea potrà trarre dagli speech dei due ospiti, che saranno intervistati dal direttore di Class CNBC Andrea Cabrini interessanti spunti di ragionamento per la propria attività. Nell’ambito dei momenti istituzionali Anasf c’è sempre grande attesa sul convegno inaugurale della manifestazione, che si svolgerà in sala Santa Cecilia la mattina del 5 febbraio. L’appuntamento mette a fuoco, in ogni edizione, le complessità dell’attività di consulente finanziario, a volte derivanti dal quadro normativo di riferimento, altre volte dalla volatilità dei mercati, ma non solo. Con questo convegno si vogliono riunire su uno stesso palco le principali reti per cui i consulenti finanziari operano, accendendo un dibattito sugli aspetti più attuali della professione, partendo solitamente dagli esiti di un’indagine sul settore realizzata nelle settimane precedenti la manifestazione. Anche per la settima edizione saranno presentate le evidenze di una ricerca, svolta per questa occasione dalla società di Management consulting Excellence. Il confronto si articolerà sulle prospettive future dell’industria e sui fattori decisivi per la valorizzazione dei consulenti finanziari. Particolare attenzione sarà dedicata ai trend di cambiamento e alle conseguenti linee di intervento – in termini di incremento della produttività, nuove opportunità di business e riconoscimento del talento professionale – che il settore intende attivare per assicurare crescita e sostenibilità nel lungo periodo. Dopo la relazione introduttiva della società, Andrea Cabrini e Maurizio Primanni, CEO e fondatore Excellence Consulting, proporranno un «question time» rivolgendosi direttamente ai rappresentanti delle società preponenti: Mauro Albanese, direttore commerciale Rete PFA & Private Barking FinecoBank; Giuseppe Baiamonte, responsabile Coordinamento Rete Consulenti Finanziari di Fideuram ISPB; Marco Bernardi, vicedirettore generale Reti Commerciali, Canali Alternativi e di Supporto Banca Generali; Stefano Lenti, responsabile Area Consulenti Finanziari e Wealth Managers IWBank Private Investments; Paolo Martini, amministratore delegato e direttore generale Azimut Holding Luca Romano, deputy head fife banker BNL BNP Paribas; Silvio Ruggiu, head of advisory clients Deutsche Bank; Mario Ruta, direttore commerciale Allianz Bank Financial Advisors; Nicola Vistanti, responsabile Rete Consulenti Finanziari Widiba; Stefano Volpato, direttore commerciale Banca Mediolanum.
A tirare le somme di quanto emergerà sarà il presidente Anasf Maurizio Bufi.

“Abbiamo sempre cercato e voluto il confronto aperto con le nostre società mandanti”, ha commentato Bufi. “Siamo in una fase per il nostro settore che ci vede inseriti in un percorso di cambiamento, che vogliamo sia volto alla crescita nonostante un contesto economico europeo poco incoraggiante se teniamo conto dei tassi negativi dei titoli obbligazionari, ma anche di continuità rispetto ad alcuni fattori legati al nostro modello di servizio. Al contempo cresce la dinamica competitiva del settore dovuta all’interesse di banche generaliste e all’ingresso di challenger banks nel nostro mercato e dobbiamo farci trovare preparati. È questa la sollecitazione che intendiamo sottoporre alle nostre reti”, ha aggiunto il presidente Anasf.  La prospettiva rivolta al futuro che Anasf dimostra di avere non può prescindere dal tema del ricambio generazionale. Con «Re-generation: largo ai giovani», titolo del convegno della mattina del 6 febbraio, è proprio dalle nuove generazioni che si vuole ripartire, nonostante il contesto sociodemografico non sia dei più incoraggianti, anzi. Il settore è ancora in tempo per definire strategie lungimiranti, ma serve lavorarci ora. La narrazione di questo tema partirà dall’intervento di Matteo Caccia, conduttore radiofonico di Radio24, che attraverso un momento di storytelling introdurrà il tema focus del convegno che sarà sottoposto a un panel di relatori di estrazioni industriali diverse, moderati dal caporedattore di Class Cnbc Jole Saggese: Andrea Barchiesi, Founder e ceo di Reputation Manager, Maurizio Bufi, Michele Antonio Fino, Professore associato di Fondamenti del Diritto Europeo dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo – Bra, Marco Gay, amministratore delegato di Digital Magics, Marco Fanelli, segretario generale di Assoreti, Gianfranco Torriero, vicedirettore generale di MI. Le best practice degli altri settori saranno una preziosa fonte di ispirazione per il settore della consulenza? Il pubblico lo scoprirà presto. E poi anche tanta formazione attende a Roma i consulenti finanziari. “Il 2020 sarà l’anno delle soluzioni”: così lo definisce Ruggero Bertelli, professore di Economia degli Intermediari Finanziari presso l’Università di Siena, che ha preparato per ConsulenTia un innovativo seminario di aggiornamento  professionale sulla finanza comportamentale, in cui si parlerà di percezione del valore del servizio offerto ai clienti.

LEGGI ANCHE

Lo studio di Excellence Consulting su Il Sole 24 Ore: ”Risparmio, nei due anni di Mifid 2 tengono le grandi banche, bene le reti”