Notizie

Maurizio Primanni su Advisor: “Ecco quali sono i mega-trend che il Consulente Finanziario deve valutare”

Pubblicato il 8 Marzo 2021 alle 11:59

Maurizio Primanni, CEO di Excellence, è sul numero di marzo 2021 di Advisor per parlare delle mega-tendenze che devono essere oggetto delle valutazioni del consulente finanziario, dal Green Deal europeo alle nuove tecnologie.

Ecco un estratto in anteprima:

L’emergenza pandemica ha moltiplicato la complessità – di cui fanno parte anche fattori dirom- penti come il Covid-19, sorta di Cigno Nero delle dinamiche economiche e finanziarie e del loro legame con la politica (ma forse sarebbe meglio dire: geopolitica) espressa dagli Stati e dalle loro organizzazioni. Molti sono concordi nel ritenere che il Covid segnerà una linea di demarcazione nel tempo, cambiando profondamente la caratterizzazione delle economie e per conseguenza dei mercati finanziari. Diventa fondamentale per i consulenti saper anticipare il cambiamento, individuando i mega-trend su cui focalizzare maggiormente la loro attenzione nella gestione della ricchezza della clientela. Per contestualizzare nella storia gli effetti del Covid, può essere utile partire da una declinazione nel tempo dei cicli economici e monetari. Si confronti per esempio la dimensione dei mercati finanziari di fine 900 e 2000.

A fine 900 predominava il Regno Unito, seguito dagli USA e dalla Germania, sostanzialmente con le stesse dimensioni. A fine millennio, prevalgono nettamente gli USA, rincorsi dal Giappone e dall’UK. Si guardino poi le principali industrie rispetto alle quali venivano effettuati gli investimenti, questa volta facendo il confronto solo tra USA e UK. In entrambi, a fine 900 a fare la parte del leone erano le ferrovie, a fine 2000 prevalgono le nuove tecnologie in USA e il settore Oil & Gas e quello delle banche in UK.

Sostenibilità e nuove tecnologie
Nel 2020 a valle dell’esperienza del Covid, con il tema del salvataggio delle vite umane che viene prima di tutto, ma anche con l’impellente necessità di rilanciare la crescita del sistema economico, è stata impressa un’accelerazione importante al piano dell’Unione Europea di diventare entro il 2050 la prima grande arca politica del mondo a emissioni zero. Ciò sarà, secondo Bruxelles, il risultato della sua economia: sostenibile e innovativa – oltre che socialmente inclusiva -. Il Green Deal europeo è un obiettivo che coinvolge tutti i comparti: trasporti, energia, edilizia, ICT e industrie di più settori (acciaio, cemento, tessile, chimica per citare le principali). Il Covid ha accelerato anche la definizione del Next Generation EU Fund, che stanzia per il rilancio delle economie europee complessivamente 750 miliardi (390 di sovvenzioni e 360 di prestiti) e con l’Italia che è il principale destinatario di tali risorse: 209 miliardi (82 a fondo perduto, 127 in crediti). Sostenibilità, diversity, inclusion, governance sembrano diventate delle parole chiave per interpretare il futuro. Anche il neopresidente Joe Biden ha simbolicamente firmato, tra i primi decreti urgenti che ha emanato appena insidiato alla Casa Bianca, il rientro degli USA nell’Accordo di Parigi sui
cambiamenti climatici (2015), da cui era uscito il suo predecessore Donald Trump. E anche il presidente cinese Xi Jinping ha promesso che la Cina diventerà un’economia a emissioni zero entro il 2060. Diventa evidente come sostenibilità, green economy, nuove tecnologie, infrastrutture fisiche e digitali saranno tra i principali mega-trend su cui investire. Oltre a ciò, non si può non tener conto dei nuovi comportamenti e abitudini di vita delle persone, improntati a una maggiore prudenza, e ai cambiamenti nel mondo del lavoro. Con la pandemia sono cresciuti e-commerce e m-commerce, attività e forme di comunicazione online, e-learning, social network, tele-lavoro e smart working, ma anche fresh-food, logistica e assistenza sanitaria personalizzata e domiciliare/digitale.

Mega-Trend e Consulente Finanziario
Il consulente finanziario ha un grande compito, pieno di opportunità e sfide. Si deve confrontare con il mercato e deve ricercare i mega-trend di lungo periodo su cui puntare. Essi indicano con chiarezza la meta finale, ma il buon consulente sa già che il percorso per arrivarci è pieno di insidie, se non altro per l’intreccio con le decisioni della politica e le dinamiche della geopolitica…

LEGGI ANCHEMaurizio Primanni parla de “Il Consulente Finanziario Digitale” ai microfoni di Ascofind